L’importanza del rilassamento

L’importanza del rilassamento

Nessun commento
L’importanza del rilassamento

 

Nel Kundalini Yoga il rilassamento è intesa come una vera e propria “Abilità“.

Rilassarsi durante la pratica [e durante la vita], è essenziale per sviluppare uno stato di benessere psico fisico.
Rilassarsi, dal punto di vista dello yoga, non è una azione che siamo abituati a compiere correttamente.
Rilassarsi non vuol dire dormire, e neanche sonnecchiare davanti alla TV; nè assumere alcool, droghe o farmaci per abbassare il flusso dei pensieri o la loro percezione.

Rilassarsi vuol dire semplicemente lasciarsi andare; alleggerire gli impegni a breve termine, e distendere la mente tra un kriya ed un altro.

E’ uno stato naturale del corpo e della mente, nel quale i pensieri,è le preoccupazioni, le ansie quotidiane non affiorano.
Ci permette di assimilare al massimo gli insegnamenti della pratica del Kundalini Yoga, o di ciò che stiamo sperimentando.
Rilassarsi vuol dire avere fiducia.
Davanti ad un maestro che insegna, in un lettino da massaggio, sotto il palco di un concerto, se ci lasciamo andare al flusso della vita, la vita farà il resto, e noi saremo pronti a servirla.

Quello che il kundalini yoga ci insegna è che le tensioni non sono mai utili al nostro corpo.

Di questo ne facciamo esperienza durante la pratica dei Kriya, che a volte può essere molto intensa, o ancora meglio durante la pratica del Tantra Yoga bianco, nel quale a volte mi è capitato di dover sostenere delle meditazioni “improponibili” con posizioni dolorosissime, solamente a causa della rigidità del corpo, che obbligato a mantenere la stessa postura per un tempo continuato, alla fine trova la soluzione al dolore nel rilassamento delle
contrazioni.

La difficoltà nel rilassarsi, nasce dal livello subliminale della mente denso di conflitti emotivi, che non appena ci si ferma un momento cominciano ad affiorare sotto forma di ansie o comunque sensazioni di frizione interna, che ci porta necessariamente tornare a fare la nostre cose.

Per questo, come praticanti di Kundalini Yoga, abbiamo i nostri potentissimi Kriya, che servono proprio a ripulire la mente subconscia, di modo che quando i nostri conflitti emotivi cominciano ad appianarsi, possiamo goderci il flusso della nostra vita viaggiando a regimi piè bassi.
Da praticanti di Yoga, riconosciamo vari tipi di rilassamento:

  • lo stato di rilassamento durante la nostra vita [atteggiamento rilassato]
  • le pause tra un esercizio ed un altro;
  • il rilassamento profondo alla fine di un kriya
  • il sonno yogico
  • lo yoga nidra

Cercheremo nei post che seguiranno di analizzare tutti questi punti

 

About the author:

Leave a comment

Back to Top